Democrazia e terrore nella Rivoluzione francese

Democrazia e terrore nella Rivoluzione francese

Prezzo di listino $12.00 $0.00 Prezzo unitario per
Autore: Nesta Webster
ISBN: 9788864098043
Pagine: 576
Data di pubblicazione: Marzo 2020
In poche parole: Il complotto di pochi a danno di molti sotto il pretesto di una società più giusta e prospera.

La Rivoluzione francese fu una mistificazione di pochi fatta passare per movimento di popolo: è quanto sostiene Nesta Webster in questo studio, che ricevette il plauso di Winston Churchill, per la prima volta tradotto in italiano, che dimostra come l'intero movimento rivoluzionario sia stato concepito e realizzato da quanti si trovavano immediatamente sotto la classe dirigente dell'Antico Regime e si opponevano agli interessi della piccola borghesia in ascesa: in maniera consapevole e programmata fecero sparire il grano dal mercato per fomentare il malcontento, aumentarono l'inflazione per portare alla rovina le classi lavoratrici, incitarono l'opera di scrittori e panflettisti al fine di incolpare la corona di ogni cosa. In questo modo la Webster ribalta l'idea che la Rivoluzione sia stata l'inizio di una società più giusta e prospera, dipingendola invece come un complotto ai danni dell'intero popolo francese.


 

Condividi questo prodotto